Ricordo di Dario Nicoletti

Categoria: NEWS
Pubblicato Martedì, 26 Aprile 2016 01:45
Scritto da Anselmo Cananzi
Visite: 14356

 

 

dario nicoletti

 

 

 

 

 

 

 

 

Dario Nicoletti se n’é andato, dopo una lunga e terribile malattia che ha affrontato con il coraggio che ha caratterizzato tutta la sua vita.
È una grossa perdita, un vuoto difficilmente colmabile non solo per il nostro Conservatorio (di cui era stato anche vicedirettore, ai tempi di Silvio Feliciani), di cui era uno  dei docenti “storici” (con gli oltre 40 anni di insegnamento di Pianoforte), ma per l’intera città di Messina, che ne ha sempre ammirato le qualità musicali, certo, ma anche la forza e la caparbietà nel prendere le difese dei più deboli.
Nato il 25 gennaio del 1953, dopo gli studi a Messina con Maria Miceli e il 
conseguimento del diploma ad appena 18 anni, si perfezionò all’Accademia Chigiana con Guido Agosti, iniziando subito una brillante carriera concertistica; parallelamente, fu chiamato a insegnare - poco dopo il diploma - nel nostro Conservatorio, formando in oltre 40 anni di impegno didattico tantissimi allievi, con cui ha sempre avuto un rapporto speciale.Il suo essere di sinistra (“comunista non pentito”, avrebbe detto con un sorriso eloquente), il suo impegno nel sindacato (la Cgil, nelle cui fila ha militato per tanti anni per poi allontanarsi) e la sua capacità di indignarsi e infiammarsi per gli altri – la vocazione politica, nel senso più vero e alto del termine – lo hanno reso caro a tanti messinesi, che ne piangono adesso la scomparsa. È stato anche Commissario governativo, a Torino, ai Concorsi a cattedra di Pianoforte.
I funerali si svolgeranno mercoledì 27 aprile, alle ore 16, nella Chiesa Cuore Immacolato di Maria di Paradiso, in via Consolare Pompea, di cui è parroco il fratello di Dario, don Fosco Nicoletti - già docente anch’egli, di Teoria e Solfeggio, presso il “Corelli” – a cui siamo affettuosamente vicini.